Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la migliore gestione del sito. I cookie tecnici e di analisi statistica sono già stati impostati. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Proseguendo, acconsenti all’utilizzo di cookie.
Proviamo, per un momento, a pensare come un uomo del Medioevo:
15, Lug 2021

Proviamo, per un momento, a pensare come un uomo del Medioevo: un uomo che usciva dalla sua casetta, spesso decisamente piccola, misera e poco pulita, per entrare in una chiesa, un luogo molto più grande, spesso bellissimo, pulito, silenzioso, dove tutto metteva soggezione. Era la casa del Signore, la rappresentazione del Paradiso realizzata con mezzi umani, il punto in cui divino e umano si incontravano e si fondevano.

Insomma quella che per noi, oggi, è una visita turistica, per lui era una esperienza mistica. Qui, la materia, in un certo senso, si spiritualizzava e si traduceva in simbolo: accadeva così che molte chiese, sia in Italia sia all’estero, presentassero una deviazione del loro asse longitudinale, all’altezza della balaustra, a ricordare la inclinazione del capo di Cristo crocifisso. La chiesa diveniva il simbolo del corpo di Gesù e l’abside ne rappresentava la testa.

Le simbologie, specie quelle numeriche, svolgevano una funzione, talvolta determinante, nelle scelte operate in fase di progettazione edilizia, e questa loro presenza riusciva a trasformare la chiesa, da semplice edificio, in elemento di meditazione.
Sono molte, infatti, le chiese medioevali, specialmente le grandi cattedrali gotiche, che furono concepite seguendo una simbologia numerica; il Duomo di Colonia, per esempio, fu pensato sulla base del numero guida 7: ogni elemento architettonico presente (colonne, pilastri, cappelle, ecc.) appare un numero di volte pari a 7 o ad uno dei suoi multipli, il Duomo di Milano, invece, ha un impianto trinitario.

La stessa cosa è accaduta per la nostra Basilica della Maddalena: essa, infatti, è concepita e costruita sulla base del numero 3 e dei suoi multipli, perché Dio è uno e trino. Per la precisione, la chiesa ha una lunghezza di 9 trabucchi piemontesi (28 metri ca.) e una larghezza di 3 (10 metri ca.). Essa è, dunque, costituita da 3 quadrati con un lato pari a 3 trabucchi.

telefono:
014376600
indirizzo:
Via Crosa della Maccarina 13, Novi Ligure , Italy, 15067
Trasforma la tua Pagina Facebook in un Sito, istantaneamente.

Prova ora 12 giorni GRATIS

Nessuna carta di credito richiesta, cancella in qualsiasi momento. pagevamp.com

Chiamaci