Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la migliore gestione del sito. I cookie tecnici e di analisi statistica sono già stati impostati. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Proseguendo, acconsenti all’utilizzo di cookie.
Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto, su Facebook, una domanda davvero interessante, che ci ha fatto riflettere molto.
25, Nov 2021

Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto, su Facebook, una domanda davvero interessante, che ci ha fatto riflettere molto. Abbiamo pensato che la risposta potesse essere di interesse anche per voi, e ve la proponiamo qui.

Caro F. N.,
grazie di cuore per la fiducia che ci dimostra chiedendo il parere della nostra Confraternita su questioni così delicate.
Quanto a noi, abbiamo, innanzitutto, il dovere di precisare che, in una Confraternita, nessuno ha il diritto di parlare a nome dei suoi Confratelli, specialmente, poi, quando si tratti di questioni tanto delicate e difficili: tutto questo avviene (almeno ufficialmente) solo nei partiti politici.

Sostanzialmente, lei sostiene che viviamo in un mondo che tende a confondere la propria opinione con la verità, in un mondo che sembra avere solo certezze e che non lascia alcun margine al dubbio. Bene, così, su due piedi, ci sembra piuttosto difficile darle torto, tuttavia, proprio in nome di quel “dubbio”, che lei ritiene prematuramente scomparso, abbiamo preferito prenderci un po’ di tempo per riflettere sull’argomento. Siamo ben convinti che la verità va cercata analizzando attentamente il problema in tutti i suoi aspetti, evitando di partire dalla propria opinione per cercarne, poi, la dimostrazione: forse è proprio per questa ragione che ci troviamo spesso di fronte a mille “verità” assolutamente diverse tra loro.

Le risponderò, perciò, usando le parole di Socrate, il filosofo che insegnò, per primo, l’arte del dubitare e che riteneva che il dubbio fosse uno dei cardini della ricerca della verità.
“Accade invece” diceva “ che, quando ci si trovi in disaccordo su qualche punto, e quando l'uno non riconosca che l'altro parli bene e con chiarezza, ci si infuri e che ciascuno pensi che l'altro parli per invidia nei propri confronti, si fa, così, a gara per avere la meglio, rinunciando alla ricerca sull’argomento proposto nella discussione.”

Le citerò, poi, il poeta, saggista e filosofo argentino Jorge Luis Borges, scomparso negli anni Ottanta dello scorso secolo:
“…Non posso darti soluzioni per tutti i problemi della vita,
Non ho risposte per i tuoi dubbi o timori,
però posso ascoltarli e dividerli con te…”
e, per concludere, userò ancora le parole di Borges:
“...Ho fatto quello che farebbe qualsiasi amico:
ho pregato e ho ringraziato Dio per te”.
Spero che l’opinione di persone così importanti nella storia del pensiero dell’uomo le siano state di aiuto, almeno quanto lo sono state per noi.

telefono:
014376600
indirizzo:
Via Crosa della Maccarina 13, Novi Ligure , Italy, 15067
Trasforma la tua Pagina Facebook in un Sito, istantaneamente.

Prova ora 12 giorni GRATIS

Nessuna carta di credito richiesta, cancella in qualsiasi momento. pagevamp.com

Chiamaci