Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la migliore gestione del sito. I cookie tecnici e di analisi statistica sono già stati impostati. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Proseguendo, acconsenti all’utilizzo di cookie.
Le città toscane
10, Ago 2021

Le città toscane

La nostra storica avventura continua con la quinta puntata!

Al dopo pranzo sul tardi si partirono ed arrivarono alle quattr’ore circa di notte ad un’osteria detta
alle fornaciette, ove per essere ora tarda furono trattati poco bene, si di cena che di letto, la durezza
del quale li fece tutti essere vigilanti, sicche di buon
mattino, fatto caricare il loro equipaggio, tutti malcontenti
s’instradarono verso San Romano e collà gionti (di fretta
rifrescartisi) di nuovo intrapresero il loro viaggio ed alle
ore ventiquattro e mezza arrivarono in Empoli, alla porta
del quale viddero (a parer loro) un auanzo di Gentilesimo.
Era in quel giorno la mettà della Santa Quadragesima ed in
quell’ora vestito havevano quelli Paesani, uno, o una
che sembrava propriamente una Monaca, chiamandola
col nome di Beffana, la quale in mezzo di cento e più
giovinastri, fingendosi passa, or piangeva ed or saltando si disperava, come se la conducessero a morire,
in tale positura la conducevano intorno al Paese, con
fischi, suoni lugubri, fiaccole, scope, fuochi artificiali il tutto acceso, che sembrava l’inferno, tamburi
scordati, corni ed altri suoni lugubri, che stordivano
il capo, con il seguito di una gran moltitudine di Popolo, che batteva le mani, sicche rimasero sorpresi nel trovarsi impensatamente in tale imbarasso e non
potero a meno di arguirne alcuni di un tale atto, sconveneuole affato a que Santi Giorni. Pernottato che
ebbero, alla mattina per tempo, si partirono verso
Firenze, oue le fecero piacere il viaggiare in quelle
ampie, sode e buone strade, perche ritrovando di
tratto in tratto teneri filji e putte, che a gionte mani,
ed in toscana favella, le chiedevano la limosina, non
non si satiavano di vederli quantonque importuni, tenendoli
dietro sino a mezzo miglio e più, sicche per amore di Dio,
o mossi da tenerezza, spinti erano a porgerli qualche
grazia, moneta la più tenue e corrente in Liuorno del
valore di due da otto.

telefono:
014376600
indirizzo:
Via Crosa della Maccarina 13, Novi Ligure , Italy, 15067
Trasforma la tua Pagina Facebook in un Sito, istantaneamente.

Prova ora 12 giorni GRATIS

Nessuna carta di credito richiesta, cancella in qualsiasi momento. pagevamp.com

Chiamaci